Condividi questo articolo
xml sitemap guida

Più spesso di quanto si possa pensare, quando in WebJet facciamo analisi o audit SEO di un sito web che non funziona o converte poco (mal indicizzato sui motori di ricerca), con nostra grande sorpresa scopriamo due cose:

Se il titolare di un sito web è esonerato dal sapere tutti gli elementi tecnici che si “nascondono” dietro un sito web (SEO on site) questo non vale per chi di professione realizza siti web o è un SEO specialist.

Questo perché? Perché chi di professione si occupa di indicizzazione nei motori di ricerca o crea siti web/ecommerce deve assolutamente sapere e conoscere perfettamente l’importanza che ricoprono sia la Sitemap XML che e il file Robots.txt. Andiamo con ordine e, in questa guida, proviamo ad approfondire il primo punto.

Che Cos’è una Sitemap XML e Perché è Importante?

Pensa a una mappa del sito come alla planimetria della tua casa. Il sito web è la casa e ogni pagina è una stanza. La mappa del sito o la planimetria aiuta Google a trovare le pagine del tuo sito web.

La sitemap.xml è un file con cui fornisci informazioni al motore di ricerca su pagine, video e altri contenuti del tuo sito.

Quando viene creata una mappa del sito si crea un collegamento vitale tra le pagine del sito web e il motore di ricerca. La mappa del sito alimenta anche il viaggio dell’utente che è essenziale per la conversione del sito web.

Il motore di ricerca eseguirà la scansione della sitemap per trovare le pagine del sito web, quindi identificherà le parole chiave nel contenuto delle pagine che a loro volte sono contenute nella mappa del sito e invierà quelle pagine pertinenti alle persone durante la ricerca.

Differenza tra XML Sitemap e HTML Sitemap

Per ovviare ad una normale confusione inziale, proviamo a vedere le differenze principali tra una Sitemap XML (per il bot di Google) ed una HTML (per noi utenti).

Sitemap XML

Queste mappe del sito aiutano Google a scoprire e navigare nel tuo sito web. Forniscono ai motori di ricerca un URL del sito web e offrono la mappa completa di tutte le pagine in esso contetute.

Ciò aiuta i motori di ricerca a eseguire la scansione del sito e ad assegnare un ordine di priorità alle pagine: generalmente le Sitemap XML vengono utilizzate nei siti web professionali, o e-commerce di grandi dimensioni, in cui normalmente è necessario molto tempo per eseguire la scansione della intera mappa del progetto.

Ogni sito ha una quantità specifica di budget di scansione, nessun motore di ricerca eseguirà la scansione dell’intero URL la prima volta. Quindi la mappa del sito XML è un buon modo per fornire al motore di ricerca la mappa del sito con le pagine prioritarie che si desidera vengano scansionate per prime o che nel tempo hanno una frequenza di aggiornamento più o meno scadenzata.

Sitemap HTML

Le HTML Sitemap inviano l’intera mappa del sito al motore di ricerca per la scansione. È un elenco cliccabile di pagine del sito web che generalmente puoi trovare nel piè di pagina inferiore del sito web.

Al contrario della mappa del sito fatta in XLM questi fine sono più adatti a siti web più piccoli. In sintesi, quando hai una mappa del sito in HTML il motore di ricerca può facilmente trovare e identificare il contenuto del tuo sito web, aggiungendolo al suo database in modo che il tuo sito sia classificato in alto e abbia più opportunità di essere spinto verso i consumatori durante la ricerca.

La più grande differenza tra i due tipi di sitemap è che la prima aiuta i robot e i crawler dei motori di ricerca a scansionare correttamente un sito web ecommerce mentre la seconda aiuta l’utente attraverso il viaggio di acquisto o di ricerca di informazioni che porta alla conversione versione, agevolando la navigazione dell’utente all’interno del sito stesso.

Come Creare una Mappa del Sito o dell’E-commerce?

XML Sitemap Ecommerce

Indipendentemente dal fatto che utilizzi un generatore per creare la tua sitemap o lo fai manualmente, un primo passo importante è dare effettivamente un’occhiata al layout dei percorsi del tuo sito. In generale, più superficiale è la struttura del tuo sito, più facile è classificare il tuo sito web.

Ad esempio, una pagina che viene rimossa tre volte dalla tua pagina principale sarà molto più difficile da classificare. Questo è esattamente il motivo  dovresti provare a creare la tua mappa del sito in modo che sia il più semplice possibile.

Possiamo prendere il nostro modello di sitemap,  del sito web come esempio. Come puoi vedere, ci sono solo quattro livelli nella mappa del sito, per aumentare l’importanza delle categorie come “post” e “author” rispetto alla home page.

XML Sitemap esempio WebJet.it

Creazione Manuale di una XML Sitemap

Se hai esperienza con l’HTML, puoi creare la tua mappa del sito manualmente. XML è, dopo tutto, una forma di linguaggio di markup, quindi non dovresti avere troppe difficoltà.

Se utilizzi un CMS come WordPress o SitoPer o Joomla o un e-commerce come PrestaShop o Quborio o CsCart Italia il processo di creazione di una XML sitemap è facile perché è automatizzato dai plugin che la aggiornano ogni volta che si cambia o si aggiunge contenuto.

Ma per siti molto piccoli il processo per creare da soli una sitemap è semplice: basta creare un file di testo con estensione .xml e riempirlo con il codice che contiene le informazioni pertinenti.

Ecco un esempio di come dovrebbe apparire:

<? xml version = “1.0 ″ encoding =” UTF-8 ″?>
<urlset xmlns = “esempio.com ″>
<url>
<loc> http://www.esempio.com/ </loc>
<lastmod> 01-01-2021 </lastmod>
<changefreq> mensile </changefreq>
<priority> 0,8 </priority>
</url>
</urlset>

Una volta terminato, assicurati di convalidare la tua mappa del sito XML utilizzando uno strumento di convalida della sitemap. Questo passaggio è importante perché puoi finire per ostacolare il tuo sito consegnando una mappa del sito non valida.

Creazione Automatica di una XML Sitemap

Se non hai l’esperienza o il tempo per creare manualmente una XML Sitemap, puoi sempre utilizzare un generatore online di sitemap. Con un generatore, tutto ciò che devi fare è inserire l’URL del dominio e creerà una mappa del sito per te.

Come dicevamo se utilizzi WordPress, i plug-in Yoast SEO o Rank Math hanno una funzione per creare automaticamente una mappa del sito e persino inviarla . Lo fa con ogni nuova pagina che pubblichi, in modo che i crawler del sito web possano sempre avere il tuo sito web aggiornato.

Come si Invia una Sitemap?

inviare XML Sitemap

Una volta completata la Sitemap XML, il passaggio successivo è inviarla ai motori di ricerca che preferisci. Innanzitutto, carica la mappa del sito sul tuo sito Web, quindi ottieni l’URL per il processo di invio.

Per inviare la sitemap a Google, ti consigliamo di utilizzare Google Search Console. Una volta creato il tuo account, fai clic su Sitemap nel menu, quindi nella sezione Aggiungi nuove Sitemap , carica il file e fai clic su Invia.

Se desideri inviare la tua sitemap a Bing, puoi utilizzare gli Strumenti per i Webmaster di Bing. Dopo aver creato il tuo account, vai a I miei siti e nel menu a sinistra fai clic su Configura il mio sito , quindi fai clic su Sitemap.

Basta aggiungere il tuo URL nel campo pertinente, fare clic su Invia e il gioco è fatto. Se, invece, sei un fan della privacy e vuoi indicizzare il tuo progetto su DuckDuckGo, sarai felice di apprendere che non è necessario alcuna azione.

DuckDuckGo utilizza le informazioni sia di Bing che di Google per le sue ricerche, quindi finché sottometti il tuo sito web o e-commerce ai due più importanti motori di ricerca occidentali, sarai assolutamente tranquillo.

Naturalmente il team dell’agenzia WebJet, composto da webmaster, full-stack developer, designer e SEO specialist è sempre a tua disposizione per qualunque dubbio in merito al tuo progetto online.

Spesso basta poco per indicizzare presto e bene un sito web sui motori di ricerca e avere una sitemap ben fatta e sempre aggiornata è la basa da cui partire per scalare velocemente le SERP e arrivare in prima pagina di Google.