Condividi questo articolo
email marketing
L’Email Marketing è uno degli strumenti più usati per la comunicazione digitale.
L’Email Marketing è un termine inglese che riassume le strategie messe in campo da un’azienda per promuovere determinati servizi o prodotti. Questo tipo di azione ha come obiettivo quello di avere ritorni economici dalla diffusione di contenuti e una risposta positiva alle azioni di promozione del proprio business.
La strategia di marketing, attraverso l’invio diretto di email o DEM (Direct Email Marketing) all’utente abituale o al potenziale cliente, viene percepito come un’attenzione a voler costruire un rapporto personale tra l’azienda e il destinatario della posta digitale.
Il messaggio ha un contenuto promozionale o informativo di natura periodica e non estemporanea. Per effettuare questo tipo di servizio esistono online delle banche dati di e-mail che possono essere acquistate, oppure vi è la possibilità, da parte dell’azienda, di costruirsi una propria banca dati attraverso l’iscrizione dell’utente ad un proprio servizio di newsletter.

Come Funziona l’E-mail Marketing

L’email marketing è uno degli strumenti più diretti per invitare un determinato utente a compiere una call to action ossia un’azione descritta all’interno della e-mail.
Questo strumento, come la maggior parte degli strumenti di marketing, va utilizzato con efficacia per non provocare effetti indesiderati.
Uno degli effetti indesiderati più comuni è la cancellazione da parte del destinatario dell’azione di marketing perché subissato da email di ogni genere, come ad esempio email promozionali, informative, di sconti etc, senza una azione di marketing ben mirata.

Come Realizzare una Perfetta Campagna DEM

Il direct email marketing utilizza l’invio diretto di e-mail verso utenti che hanno espresso interessi verso un determinato servizio, prodotto o brand.
Quest’ azione viene utilizzata per diffondere contenuti commerciali e aziendali, secondo logiche di targeting o perché i destinatari stessi si sono registrati ad un servizio di mailing list.
Lo scopo di utilizzare l’e-mail marketing è quello di fidelizzare il rapporto tra cliente o potenziale cliente ed azienda nel tempo in modo tale che questi non si dimentichino del brand, dei servizi e dei prodotti offerti.
Il team di WebJet utilizza per i propri clienti l’email marketing per raggiungere i seguenti obiettivi:
• Consolidare il rapporto di un cliente già legato con l’azienda;
• Recuperare empatia con un cliente con il quale si è interagito in passato;
• Creare le basi per una futura collaborazione commerciale.
È stato dimostrato che gli utenti apprezzano l’invio di e-mail da parte dell’azienda o del proprio brand preferito contenenti nuove informazioni, promozioni, sconti o attività di ogni genere perché la ricezione della mail instaura una comunicazione immediata, come quella tra persone che si conoscono. Utilizzando questa strategia di comunicazione si mira a fidelizzare il cliente e ad avere un ritorno economico superiore rispetto a quello ottenibile utilizzando altre strategie di promozione sul web.
Questo tipo di strategia è utilizzata da tantissime aziende, sia commerciali ma anche di natura pubblica, umanitaria, società senza scopo di lucro o con finalità culturali perché, come detto, non è solo uno strumento per promuovere servizi o prodotti ma viene utilizzato anche per divulgare informazioni e contenuti, infatti si è visto che questo tipo di azione di marketing è una tra quella con il ROI più efficace.

Cos’è il ROI e Come Funziona

il ROI

Studi recenti hanno dimostrato che il ROI o return on investment (in italiano s’intende il ritorno o ricaduta dell’investimento effettuato) dell’email marketing, per efficacia e ritorno del messaggio pubblicitario, precede anche le tecniche d’indicizzazione SEO dei siti internet.
L’invio di mail DEM, secondo gli analisti del settore, non è considerato come una comunicazione indesiderata, ma l’utente o il cliente si rapporta al messaggio in maniera attiva, approfondendo il contenuto ed effettuando ricerche in base a quanto ricevuto.
Il messaggio pubblicitario che utilizza le strategie dell’email marketing, ha una maggiore possibilità di essere letto rispetto al banner inserito in un sito o da un articolo pubblicato su un sito o un post sui social network.
Il ROI è un parametro con il quale si possono verificare alcuni indicatori di ricaduta ed efficacia dell’azione. Esistono, infatti, software che misurano tale parametro e quando si realizza una campagna di marketing diretto o DEM questo tipo di misurazione è fondamentale perché prevede e quantifica il ricavo futuro rispetto a un’azione di marketing con l’invio di email.
Alcuni programmi di monitoraggio delle azioni di marketing, sono in grado di verificare quante mail arrivano a destinazione, il numero di messaggi realmente aperti e se l’utente clicca su un link che lo rimanda al sito, alla pagina web che si occupa della promozione e della vendita di un prodotto e un servizio.
L’esame comparato di questi indicatori, riporta all’azienda l’efficacia in termini di ricavi e quindi il ROI di una campagna di email marketing.

Differenza tra DEM e Newsletter

DEM e Newsletter sono entrambe parole anglofone, come tante presenti nel settore del marketing.
DEM, come abbiamo detto, è l’acronimo di Direct Email Marketing e si traduce come l’invio di un messaggio a un utente con finalità pubblicitarie o commerciali. Gli utenti che ricevono i messaggi, sono stati individuati in maniera specifica, con studi sui loro consumi, sulle abitudini e per le ricerche recenti effettuate su internet e inseriti in data base, spesso ceduti a pagamento da parte di aziende specializzate.
Le newsletter sono messaggi periodici di posta elettronica, inviati agli utenti che volontariamente si sono iscritti al servizio presente su un sito web.

Come Utilizzare la Newsletter nell’Email Marketing

Come detto nei paragrafi precedenti la newsletter è un servizio dove un utente si iscrive volontariamente per ricevere novità e promozioni da parte dell’azienda, questa è la migliore soluzione tra tutte perché, attraverso il servizio di newsletter, si costruisce una banca dati di email proprie con piana autorizzazione all’utilizzo
Con questo tipo di banca dati si può stabilire un contatto duraturo con il cliente o potenziale cliente impostando e pianificando la giusta strategia da utilizzare, non per la sola necessità di vendere un prodotto o servizio ma creando un collegamento fra le parti dove l’azienda va a semplificare un problema, trovando la soluzione.

L’Utilizzo dell’E-mail Marketing nei Vari Settori

Le strategie di comunicazione sul web devono essere modulate a seconda del target e dell’obiettivo prefissato. L’email marketing ha dimostrato un’efficacia tangibile in tutti i settori economici del web, il suo utilizzo risulta efficace in tantissimi comparti aziendali e di mercato.
L’email e il suo contenuto, hanno la capacità d’instaurare un rapporto tra il fornitore e il cliente, con un approccio personalizzato che un banner inserito su un sito web non può avere. Il visitatore di un articolo web non è detto che clicchi su un banner pubblicitario, mentre, la probabilità di leggere il contenuto di una mail è ben più alta. Un invio e-mail può contenere un messaggio personalizzato creando così un rapporto empatico tra chi invia il massaggio e lo riceve.

Obiettivi che si Possono Raggiungere con una Strategia di Invio Email

L’obiettivo che un’azienda si prefigge con una qualsiasi operazione di marketing è quella di promuove, far conoscere e vendere i propri servizi o prodotti, questo è lo stesso obiettivo che si vuole raggiungere anche utilizzando l’e-mail marketing.
Paragonando una strategia di e-mail marketing ad una strategia di telemarketing, notiamo che la prima ha un marcato vantaggio rispetto alla seconda. A differenza delle continue telefonate, nei momenti meno opportuni, del telemarketing, l’e-mail marketing non sembra troppo invadente e pressante.
L’email marketing ha il vantaggio d’inviare un contenuto che può essere visionato anche in un secondo momento, è importante che non sia invadente e con il mero scopo della vendita.
Nella predisposizione, nella scrittura e nella narrazione di una e-mail è bene seguire delle regole da rispettare per ottenere buoni risultati. Innanzitutto, l’e-mail deve ospitare contenuti che informino e approfondiscano degli argomenti ai quali i destinatari sono interessati, proponendo soluzioni a problemi e, solo dopo, presentare una probabile soluzione che può essere acquistata.
Una e-mail che contiene solo un invito a comprare un prodotto, probabilmente, non otterrà nessun risultato.
L’email marketing, come strategia, va pianificata e deve essere il frutto di una campagna, non estemporanea ma, ripetuta nel tempo per fidelizzare il cliente. A tale scopo risulta davvero efficace la mailing list, con la possibilità d’informare con continuità i propri contatti.
Infatti, tutte le strategie di marketing, applicate anche all’utilizzo delle e-mail, hanno dimostrato che l’utente, pur volendo utilizzare i servizi offerti o acquistare dei prodotti ritenendoli validi, spesso non è nelle condizioni di poterlo fare, probabilmente lo farà nel tempo, rivolgendosi anche ad altri fornitori, se nel frattempo l’azienda non continua ad essere presente nelle campagne di marketing del cliente stesso.
Una strategia di e-mail marketing pianificata nel tempo ha la capacità di mantenere vivo il contatto tra le parti e di catturare l’utente quando è nelle condizioni di acquistare. Il cliente sceglierà la proposta di chi è stato più presente e convincente nel settore di riferimento. Studi dimostrano che il risultato può essere certo, se la comunicazione è continuativa e curata nella grafica e nei contenuti.

Come Strutturare una Giusta Strategia di Marketing Tramite E-mail

strategie di e-mail marketing

L’utente non deve percepire che il messaggio ha come solo fine l’invito all’acquisto di un prodotto o servizio, questo tipo di narrazione replicherebbe in maniera errata l’approccio del telemarketing e quindi sarebbe poco funzionale.
L’invio di e-mail con finalità di marketing deve avere una impostazione editoriale ben precisa; bisogna affidare ad un gruppo di lavoro tutta la progettazione in modo che la mail vada pianifica e struttura in modo meticoloso. I messaggi devono seguire precise logiche redazionali, redigendo contenuti di qualità, scritti in maniera fluida e senza refusi in modo da facilitare il compito di chi li legge.
Un piano editoriale che utilizza il marketing tramite posta elettronica, deve reiterare nel tempo i contenuti che devono essere capaci di accompagnare chi legge alla risoluzione dei problemi. Riscuotono successo le guide esemplificative con consigli su come avviare una nuova mansione, su come trovare lavoro, come risolvere piccoli lavori domestici o, in generale, come svolgere un’attività pratica, spiegazione con esempi sulla gestione dei documenti, su come utilizzare una piattaforma digitale e su ogni altra linea guida che risolve un dubbio o una difficoltà.
Ogni consiglio dato all’utente nell’acquisto di servizi o di prodotti, sono elementi che vengono tenuti in considerazione da molti utenti, infatti molti acquirenti sono orientati all’acquisto grazie alle recensioni di altre persone che, prima di lui, hanno acquistato lo stesso prodotto o servizi. Dopo aver effettuato una panoramica esaustiva su un problema, sulle soluzioni, indicando una guida all’acquisto, si può presentare un prodotto o un servizio, senza invitare a comprarlo, ma orientando l’utente a considerare i problemi che il prodotto potrebbe risolvere, comparando anche con le buone pratiche e con le testimonianze di chi già lo ha utilizzato.

Qualità Grafica, Periodizzazione e Interazione con il Messaggio

L’invio diretto di e-mail, soprattutto agli albori del mondo digitale era spesso un messaggio decontestualizzato rispetto una strategia e un rapporto occasionale con i destinatari, oggi l’utilizzo delle DEM e della newsletter è pianificata con un preciso calendario d’inoltro che stabilisce una consueta e periodica comunicazione con chi le riceve.
L’email utilizzata per il marketing, deve essere pensata con la giusta veste grafica e deve essere riconoscibile dall’utente. In passato si trattavano di semplici messaggi testuali che oggi non avrebbero nessun risultato in termini di ROI.
La grafica deve essere studiata per indurre l’utente al call to action (un invito a cliccare su un pulsante o un widget che riporta su una landing page destinata alla campagna che si sta promuovendo).
L’interazione con l’utente è guidata con gli inviti a cliccare su banner o pulsanti digitali, ma con una nuova tendenza di marketing che consente a chi riceve il messaggio di rispondere direttamente alla missiva digitale (reply-to, alcune aziende invece continuano ad utilizzare la vecchia funzione del no-reply). Con questa nuova funzione del replay-to le aziende si avvicinano sempre più all’utente facendo percepire un reale interesse verso chi riceve la mail.

Errori da non Commettere con Email Marketing

Uno degli errori da non commettere è quello di inviare delle e-mail dove vi sono esplicite frasi sotto forma di slogan come quelli che mirano a imporre: offerte, sconti, con le quali si delineano le schede e le caratteristiche di un prodotto. Tali tipi di e-mail non fanno altro che allontanare il cliente o il potenziale acquirente dall’acquisto e dall’azienda stessa.
Tante aziende commettono l’errore di acquistare un numero cospicuo di e-mail di potenziali clienti da rivenditori di indirizzi email reperibili online, d’inviarle con continuità a questi indirizzi, invitando a visitare siti o blog che sono per lo più pagine statiche non aggiornate.
Questo è un errore che non bisogna commettere, infatti se la comunicazione tramite e-mail deve essere ben strutturata e inviata con continuità, anche il sito e le pagine web aziendali devono essere aggiornate con contenuti sempre nuovi e interessanti.

L’Email Marketing e i Requisiti Tecnici Necessari

Per poter effettuare degli invii massivi di email esistono dei software specifici, a pagamento o non, che permettono di creare un messaggio pubblicitario ad hoc in base alla campagna che si vuole creare. Tali software dispongono anche di parametri che permettono, a chi crea il messaggio, di evitare che la mail venga riconosciuta come SPAM e quindi contrassegnata come posta indesiderata dai vari provider.
Tantissimi provider che gestiscono le caselle di posta elettronica, infatti, hanno attivato dei potenti filtri anti-spam che rigettano le email che non rispecchiano determinate caratteristiche indicate nei software di invio. In commercio sono disponibili tantissime piattaforme per l’invio professionale di e-mail, capaci di evitare il rischio che le stesse siano classificate come SPAM e non siano mai visionate e lette perché, come detto, contrassegnate come posta indesiderata.
Detto ciò concludiamo col dire che l’e-mail marketing è uno strumento di una strategia marketing molto più ampia e che ogni azienda dovrebbe adottare per crescere nel mondo del web.