Condividi questo articolo
Costruire un piano editorile

Una volta messo online il nostro sito web, dobbiamo inserire i primi contenuti. Ma se veramente vogliamo avere visibilità e arrivare in prima pagina di Google dobbiamo costruire il piano editoriale perfetto.

Una parte importante della creazione di un sito web sia che sia per hobby che per lavoro, insieme alla SEO, alla scelta del nome di dominio e al design, è certamente quella di assicurarci di avere una strategia e un piano di content maketing.

Da sempre on line leggiamo la famosa frase “content is the king” a dimostrazione che qualsiasi sito web o e-commerce, senza contenuto, vale zero.

Certamente la differenza la fa il contenuto stesso, l’utilizzo delle keyword migliori e soprattutto la pianificazione di un piano editoriale che ci permetta di programmare gli articoli nel miglior modo possibile.

Perché il mio Nuovo Sito Web o Blog ha bisogno di Contenuti?

In questo articolo ci concentreremo sulla condivisione di alcuni suggerimenti importanti su come è possibile creare un piano per i contenuti da pubblicare su un sito web, e-commerce o su un blog.

Abbiamo appena avviato una nuova attività e abbiamo lanciato un nuovo sito web. Ora è tempo di iniziare a pianificare il marketing dei contenuti.

Quando si parla di content marketing si parla di tantissimi aspetti diversi legati al contenuto. Content marketing vuol dire pubblicare un post su un blog o una serie di video, oppure creare un white paper, fare email marketing e molto altro ancora.

La pubblicazione e la condivisione di contenuti ci aiuteranno a raggiungere il nostro pubblico di riferimento e interagire con potenziali clienti, costruire la nostra reputazione e aumentare le vendite, per non parlare di aiutare a mantenere la nostra attività interessante agli occhi dei consumatori

A dirlo non siamo certamente solo noi di WebJet, ma Hubspot, ad esempio, ritiene che il marketing legato alla produzione di contenuti ottenga tre volte più contatti rispetto al paid search advertising.

Come si fa la Pianificazione dei Contenuti di un Sito Web

pianificazione dei contenuti

La maggior parte delle aziende con un sito web utilizza un calendario dei contenuti editoriali (editorial content calendar) per pianificare e monitorare la creazione dei contenuti.

Un calendario editoriale è semplicemente un piano programmato di pubblicazioni da fare nei mesi a venire che dove si delineano i contenuti, la loro scansione nel tempo e ciò che bisogna fare per raggiungere la fase di pubblicazione.

La creazione di un calendario dei contenuti editoriali ci consentirà di condividere i nostri piani di contenuti con il nostro team, ma soprattutto ci aiuterà a tenere il passo con il programma di pubblicazione in modo che non ci siano mesi vuoti o idee affrettate dell’ultimo minuto.

Qualunque sia il formato scelto per il nostro calendario dei contenuti, dobbiamo sempre assicurarci che sia:

Ad esempio all’interno di WebJet ogni fine mese realizziamo il piano editoriale del mese successivo.

A fine mese facciamo un’analisi dei competitor, dei trend del momento, selezioniamo gli argomenti che vogliamo sviluppare nel mese successivo e li condividiamo all’interno del team così che ognuno di noi possa esprimere la propria opinione in merito e scegliere insieme quali e come sviluppare gli argomenti da pubblicare nel blog aziendale nel mese successivo.

Come si Costruisce un Piano Editoriale Perfetto in 5 mosse

costruire piano editoriale

Come accennato in precedenza, il primo passo per pianificare il nostro calendario è stabilire quali siano i nostri obiettivi di marketing e di business da raggiungere.

Dovremo quindi essere in grado di ricercare le migliori parole chiave da utilizzare perché tutto ciò ci permetterà di migliorare l’ottimizzazione del contenuto nei motori di ricerca mentre pianifichiamo in anticipo la SEO on-page.

Inoltre possiamo pianificare i contenuti per creare una campagna di grande impatto che ottenga risultati.

Step 1: Stabilire gli Obiettivi di Content Marketing

Un calendario editoriale ci permette di tenere il passo con il programma di pubblicazione e di garantire la pubblicazione di contenuti vari al fine di raggiungere un pubblico di destinazione eterogeneo.

Per far ciò possiamo utilizzare dei calendar tool come CoScheduleTrello o Asana oppure utilizzare modelli di calendario editoriale per pianificare più facilmente le pubblicazioni.

In che modo il content marketing può aiutarci a raggiungere questi obiettivi?

Una volta trovata la risposta alla suddetta domanda possiamo mettere insieme gli obiettivi di marketing, come:

Step 2: Cercare nuovi Argomenti e nuove Strategie

In questa fase, non si tratta di creare titoli, ma piuttosto di elaborare alcune idee sul tipo di contenuto che vorremmo creare per raggiungere i nostri obiettivi di marketing come, ad esempio:

Per ottenere tali risultati bisogna creare contenuti che attirino i lettori come elenchi, guide pratiche e e-book da scaricare gratuitamente.

Volendo migliorare l’ottimizzazione dei motori di ricerca dobbiamo creare contenuti che non solo apportino valore al nostro pubblico, ma che mirino a keyword specifiche.

Al fine di fidelizzare i clienti, invece, dovremmo concentrarci su contenuti di grande valore che offrano un qualcosa in più al nostro pubblico, come webinar o guide approfondite su un determinato argomento.

Per generare nuovi clienti e aumentare le vendite dobbiamo creare più contenuti possibili che ruotino intorno ai nostri prodotti (come case study) e contenuti che ci consentano di vendere al pubblico (come webinar).

Questa fase deve servirci per farci un’idea approssimativa del tipo di contenuto che è necessario creare per raggiungere tali obiettivi.

Step 3: Ricerca dei Contenuti e Comprensione dei Dati

Per essere più strategici con i nostri contenuti dovremmo anche cercare il nostro pubblico target e i tipi di contenuti che preferisce.

Per far ciò possiamo partire dalla analisi dei dati (sempre se abbiamo già sfruttato il content marketing sul nostro  sito web), nonché utilizzare gli strumenti di ricerca di contenuti come Buzzumo e Social Animal per analizzare i contenuti più performanti nella nicchia di riferimento.

Quali tipi di contenuto genera il maggior numero di condivisioni? Quali sono i titoli più efficaci? Quali formati di contenuto funzionano meglio con il nostro pubblico? Quali argomenti sono più popolari? Quale dei nostri contenuti genera più traffico / lead / ecc.?

Queste sono solo alcune delle “infinite” domande che dovremmo sempre porci prima di andare ad analizzare i dati.

Allo stesso modo, se si desidera migliorare l’ottimizzazione dei motori di ricerca, è importante ricercare in anticipo numerose parole chiave e creare un elenco delle keyword a coda lunga che andremo ad utilizzare nei contenuti che, come dicevamo, potranno essere in forma breve o lunga, elenchi, guide, ebook e così via.

Step 4: Valutare le Idee dei Contenuti

Una volta arrivati a questa fase abbiamo raccolto già molte informazioni sul nostro pubblico di destinazione, sulle sue preferenze e sui nostri obiettivi di content marketing da raggiungere.

Questo è il momento ideale per iniziare a pianificare i nostri titoli e a delineare i contenuti da sviluppare.

Se facciamo parte di un team noi di WebJet consigliamo di fare ciò che facciamo noi: fare brainstorming sulle idee dei contenuti in quanto ciò può generare idee ancora migliori e idee che potremmo da soli non aver pensato, almeno in una fase iniziale.

Quando ci vengono in mente idee per titoli e argomenti, prima di aggiungerli al nostro calendario, è sempre bene prendersi tutto il ​​tempo per considerare una domanda importante: in che modo questo contenuto specifico mi aiuterà a raggiungere i miei obiettivi di marketing?

Perché se non ci aiuta a raggiungere gli obiettivi prefissati, forse è meglio scartare quell’idea e provare idee diverse.

Step 5: Monitorare continuamente i Risultati e Ottimizzare la Strategia

Nessun calendario editoriale dovrebbe mai essere completamente scolpito nella pietra.

Questo perché è buona pratica monitorare attentamente i risultati dei contenuti e utilizzare tali informazioni per ottimizzare il calendario e, di conseguenza, la strategia di marketing dei contenuti.

Ad esempio, se abbiamo provato ad utilizzare certo tipo di goodie scaricabile ma che non ha portato a molti lead (che, nel nostro caso specifico, sarebbe stato l’obiettivo principale), è importante cercare di capire cosa è successo e come possiamo migliorare la nostra strategia e i futuri contenuti da pubblicare.

Monitorando i risultati in modo coerente, possiamo tenere anche conto degli obiettivi di marketing e apportare, di conseguenza, modifiche alla strategia e al calendario.

Conclusione: perché un Piano Editoriale deve essere Perfetto

conclusione piano editoriale perfetto

Il content marketing è un approccio al marketing che richiede molto tempo ma che, se saputo fare bene, è anche molto efficace nel tempo.

Per generare risultati sempre migliori con il content marketing, è fondamentale pianificare in anticipo il nostro calendario editoriale, in particolare concentrandoti sugli obiettivi di marketing che vogliamo raggiungere in un arco di tempo prefissato.

Tutto ciò non solo migliorerà la nostra produttività e ci farà risparmiare tempo, ma ci permetterà anche migliorare il  ROI (return on investment o ritorno sugli investimenti) poiché andremo a concentrarci esclusivamente sui contenuti che ottengono risultati con l’ottimizzazione della nostra strategia nel tempo.